Graziano Dallavalle

Stampa

Graziano-DallavalleGraziano Dallavalle, basso-baritono, si diploma al Conservatorio “Nicolini“ di Piacenza con il massimo dei voti, con il Soprano Maria Laura Groppi.
In seguito partecipa a diverse Masterclass con i seguenti insegnanti: Alessandro Corbelli, Renata Scotto, Bernadette Manca di Nissa, Veronica Dunne, Ugo Benelli, Antonio Juvarra, June Anderson e Lorenzo Regazzo. 2014, ha partecipato al Masterclass con il Maestro Lorenzo Regazzo, con quest’ultimo al Festival Rossini in Wildbad, seguito da due concerti.
Viene premiato al concorso Anselmo Colzani di Budrio come “miglior voce di timbro scuro, adatta anche ai ruoli di bass-baritone”.
Finalista in diversi concorsi internazionali tra i quali il Roma Festival vincendo il ruolo del Conte ne Le Nozze di Figaro, il Concorso F. Alfano tenutosi al Teatro del Casinò di San Remo per l’opera Don Pasquale, il concorso P. Cappuccilli di Alessandria con una menzione speciale per l’interpretazione.
Ha partecipato a numerose opere tra le quali: Barbiere di Siviglia/Bartolo, Cavalleria Rusticana/Alfio, Rigoletto/Monterone e Ceprano, Pagliacci/Tonio, Aida/Gran Sacerdote, La Cenerentola/Don Magnifico e Alidoro, La Bohème/Colline e Schaunard, Il pipistrello/Frank, Gianni Schicchi/Marco, Orfeo all’Inferno/Giove, La Traviata/Marchese, Le Nozze di Figaro /Conte e Antonio, L’elisir d’amore/Dulcamara e Belcore, Tosca/Sagrestano, Carmen/Escamillo, L’Italiana in Algeri/Mustafà e Il Viaggio a Reims/Lord Sidney con la direzione di Aldo Sisillo e la regia di Rosetta Cucchi.
Ha partecipato nel ruolo del Contadino nell’opera di G. Paisiello Il matrimonio inaspettato con la direzione di Riccardo Muti.
Ha all’attivo numerosi concerti sia in Italia che all’estero tra cui Requiem di Mozart e di Fauré.
Negli ultimi anni ha sostenuto il ruolo di Uberto nella Serva Padrona di G.B.Pergolesi a Genova, Dulcamara nell’Elisir D’Amore al Teatro Civico di Vercelli e a Rimini con la regia di Paolo Panizza, Don Pasquale al Teatro di Serravalle Sesia.
Ancora in Romeo et Juliette di C.Gounod nel ruolo di Gregorio nei teatri di Piacenza, Modena e Bolzano con la regia di Manfred Schweigkofler e la direzione di Yves Abel. In seguito, si è esibito nel ruolo di Tracollo nell’operina Livietta e Tracollo di G.B.Pergolesi e come Ferrando nel Trovatore di Giuseppe Verdi al Teatro Civico di Vercelli.
Nel 2013 inizia la collaborazione con il Ravenna Festival, interpretando la parte di Pistola nel Falstaff con la direzione di Nicola Paszkowski, regia e ideazione scenica di Cristina Mazzavillani Muti, nelle città di Ravenna e Lucca, nell’anno 2014 ancora a Savona, Modena, Piacenza, Reggio Emilia e Ferrara e  di recente ad Ancona.
Nel 2014, canta il ruolo di St .Brioche ne La Vedova Allegra a Rimini con la regia di Paolo Panizza e successivamente a Piacenza con la direzione di Christopher Franklin e la regia di Nicola Berloffa;  Don Alfonso nel Così fan tutte al 16th Pafos Aphrodite Festival di Cipro con la regia di Paolo Panizza.
Nel 2015 è ancora Dulcamara prima a Milano al Teatro dei Filodrammatici con la regia di Gianmaria Aliverta e in una seconda produzione a La Spezia.
Ha interpretato il ruolo di Antonio ne Le Nozze di Figaro  al Teatro dell’Opera di Roma con la direzione di Roland Bòer e la Regia di Giorgio Strehler ripresa da Marina Bianchi.
Inoltre ha cantato di nuovo Pistola nel Falstaff diretto da Riccardo Muti al Ravenna Festival con recite a Ravenna e ad Oviedo.
Ha debuttato di recente il ruolo di Alidoro ne La Cenerentola di G. Rossini nel 17th Pafos Aphrodite Festival di Cipro.
Tra i prossimi impegni, canterà di nuovo al Ravenna Festival Alcindoro ne La Bohème diretta da Nicola Paszkowski, regia e ideazione scenica di Cristina Mazzavillani Muti, inoltre tornerà al Teatro dell’Opera di Roma per Bernardino/Benvenuto Cellini con Roberto Abbado e la regia Terry Gilliam e per Traviata/Dottor Grenvil con Jader Bignamini.