NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

La legge, denominata EU Cookie Law (legge europea sui cookies), è un'ammenda ad alcune precedenti direttive (precisamente del 2002) sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. In Italia è stata approvata con il decreto legislativo 69/2012 e 70/2012 ed è in vigore dal 2 giugno 2015.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il testo integrale della legge al seguente indirizzo: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX:32002L0058 e il sito del Garante sulla Privacy all'indirizzo: http://www.garanteprivacy.it.

Nato a Bari, studia canto con Lucia Naviglio e Pietro Naviglio e approfondisce il repertorio con Barbara Rinero. Si perfeziona con Maurzio Arena e frequenta l’Accademia Rossiniana presso il Rossini Opera Festival. 
 Al Teatro Petruzzelli di Bari interpreta The Beggar’s Opera e il Dottor Malatesta in Don Pasquale, ruolo sostenuto anche per il Circuito Lombardo e in Trentino.
Interpreta il ruolo di Sharpless in Madama Butterfly nei Teatri La Fenice di Venezia, Lirico di Cagliari, Petruzzelli di Bari, Pergolesi di Jesi, Verdi di Brindisi, dell’Aquila di Fermo, del Giglio di Lucca, Goldoni di Livorno e Sociale di Rovigo; Giorgio Germont ne La Traviata al Teatro La Fenice di Venezia; Figaro ne Il Barbiere di Siviglia al Vonnas Opera Festival, Petruzzelli di Bari, Teatri di Jesi, Ravenna, Udine e Fermo; Enrico in Lucia di Lammermoor al Bellini di Catania; Marco in Gianni Schicchi al Regio di Parma; Jake Wallace ne La Fanciulla del West al Vittorio Emanuele di Messina; Gil ne Il Segreto di Susanna al San Carlo di Napoli; Belcore ne L’Elisir d’Amore alla Royal Opera House di Muscat; Marcello ne La Bohème al Teatro Verdi di Trieste e al Teatro Giovanni da Udine; Gregorio nel Roméo et Juliette all’Arena di Verona; Silvio ne I Pagliacci al Teatro Petruzzelli di Bari.
 Al Comunale di Bologna è Marcello ne La Bohème, Escamillo in Carmen, Ping in Turandot e Silvio in Pagliacci, interpretato anche a Livorno, Reggio Calabria, Lucca, Pisa, Parma e Bari. Debutta con successo il ruolo del Conte d’Almaviva ne Le Nozze di Figaro al Vonnas Opera Festival, Como, Cremona, Pavia e Brescia. Collabora con il Festival di Martina Franca nei ruoli di Brigadiere Ciappa in Napoli Milionaria!, Secondo Soldato in Salomè, Maitre Camoine in Amica di Mascagni, Vernier in Marcella. Esegue come Baritono Solo numerose rappresentazioni di Carmina Burana al Teatro Regio di Torino e al Maggio Fiorentino. Inoltre è stato Morales in Carmen e Ping in Turandot all'Arena di Verona, Giorgio Germont ne La Traviata al Teatro dell'Opera di Roma, Terme di Caracalla, Maggio Fiorentino, Teatro La Fenice di Venezia, al Valli di Reggio Emilia, al Pavarotti di Modena, al Sociale di Como, al Donizetti di Bergamo, al Grande di Brescia e al Ponchielli di Cremona, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Regio di Parma; Figaro ne Il Barbiere di Siviglia e Zurga ne I pescatori di perle al Verdi di Trieste, Conte Gil ne Il segreto di Susanna al San Carlo di Napoli e Gianni Schicchi al Teatro del Giglio a Lucca.

 


Omar KamataNato a Treviso, ha iniziato a studiare la fisarmonica all'età di cinque anni; si diploma in canto al Conservatorio di Vicenza; ha studiato, tra gli altri, con Regina Resnik e Renato Bruson.

Finalista e vincitore di vari concorsi internazionali, tra i quali: Toti Dal Monte (2004) ed Concorso Lirico Alfano (2005 - concerto mandato in onda su RAI UNO).

Fra i ruoli finora interpretati figurano: Falstaff, Figaro (Il Barbiere di Siviglia); Schaunard e Marcello (La Bohème); Rigoletto; Alfio (Cavalleria Rusticana); Germont e Barone Douphol (La Traviata); Escamillo (Carmen); Sharpless (Madama Butterfly); Ping (Turandot); Don Giovanni, Leporello e Masetto (Don Giovanni); Dulcamara e Belcore (Elisir D’Amore); Guglielmo (Così Fan Tutte); Taddeo e Haly (L’Italiana in Algeri); Dandini (La Cenerentola); Malatesta (Don Pasquale); Conte di Luna (Il Trovatore); Schicchi (Gianni Schicchi); Michele (Il Tabarro); Danilo (La Vedova Allegra); Geminiano (L’inimico delle Donne); Saracca (La Calamita de’Cori); Jago (Otello); Scarpia (Tosca); Tiziano (El Greco di G. Hatzinasios); Don Prudenzio (Il viaggio a Reims).

Nel suo repertorio figurano, inoltre, anche le seguenti opere: Valentin (Faust), Capulet e Gregorio (Romeo et Juliette), Silvio e Tonio (Pagliacci), Colas (Bastiano e Bastiana), Figaro e Conte (Le Nozze di Figaro), Amonasro (Aida).

Ha cantato nei seguenti Teatri e Festival: Festival Internazionale Barockstage Stift Melk, Grosses Festspielhaus di Salisburgo, Festival Internazionale Opera Pa Skaret in Svezia, Festival Internazionale di Aspendos, Teatro Verdi di Salerno, Teatro Piraeus di Atene, Greek National Opera, Seoul Arts Center, Teatro Petruzzelli di Bari, Epidaurus Festival, Teatro Bonci di Cesena, Teatro Filarmonico di Verona, Fondazione Arena di Verona, Mazurski Festiwal Operowy Belcanto w Mrągowie in Polonia, Athens-Epidaurus Festival, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Sociale di Como – AsLiCo, Teatro G. B. Pergolesi.

Ha cantato, tra gli altri, sotto la direzione dei maestri: Oren, Kovatchev, Lőnnqvist, Boemi, Mottadelli, Mansur, Mikulski, Karytinos, Goldstein, Montesano, Ommassini, Fogliani.

Ha inoltre, lavorato con registi quali: De Ana, Zeffirelli, Niclasson, Esposito, Relton, Castiglione, Anastassiou, Langridge, Frigeni, Dragone, Maestrini, Guerra.


Alessio-VernaNato ad Alessandria, intraprende lo studio del canto lirico sotto la guida del mezzosoprano Franca Mattiucci. Partecipa e vince numerosi concorsi lirici.
Ha recentemente debuttato nei ruoli di Silvio ne I Pagliacci e Don Alvaro ne Il Viaggio a Reims al Teatro Filarmonico di Verona, Mirko Zeta ne La Vedova Allegra al Petruzzelli di Bari, Marcello ne La Bohème, i ragazzi e l’amore al Teatro Regio di Torino, Malatesta in Don Pasquale al Teatro Comunale di Bologna e a Piacenza, Guglielmo in Così Fan Tutte in forma concerto a Piacenza, Don Bartolo ne Il Barbiere di Siviglia al Maggio Musicale Fiorentino e il ruolo di Don Pasquale al Teatro Sociale di Como e al Teatro Pergolesi di Jesi. Per l'Opera di Roma, alle Terme di Caracalla interpreta Dancario in Carmen e Matteo in Fra Diavolo.
Per l'Arena di Verona è Monterone in Rigoletto, Morales in Carmen e il Barone ne La Traviata.
E' il Principe Yamadori e Yakusidé in Madama Butterfly nei Teatri Municipale di Piacenza e Comunale Pavarotti di Modena, Sagrestano in Tosca al Teatro Alfieri di Asti, Bello ne La Fanciulla del West al Teatro del Giglio di Lucca e Teatro Goldoni di Livorno, Dandini ne La Cenerentola in una serie di spettacoli estivi nella riviera ligure. Canta Guglielmo nel Così fan tutte ad Alessandria nella rassegna estiva "Cortile all'Opera" ove ritorna per il debutto del ruolo di Figaro ne Le Nozze di Figaro.
Ampia è la sua attività concertistica che lo ha visto protagonista in numerose sale musicali e rassegne concertistiche, anche per l’Arena di Verona.
Tra gli impegni futuri: Schaunard ne La Bohème al Teatro San Carlo di Napoli; Bello ne La Fanciulla del West nei Teatri Verdi di Pisa, Alighieri di Ravenna, Pavarotti di Modena e Goldoni di Livorno; Barone ne La Traviata al Teatro San Carlo di Napoli.


Dario-GiorgeleDiplomatosi brillantemente presso il Conservatorio di Bolzano, debutta nel febbraio del 1996 al Teatro Comunale di Modena. Frequenta l’Accademia Lirica Internazionale diretta da K. Ricciarelli e la Scuola di Musica di Fiesole seguendo i corsi mozartiani del M° C. Desderi.

Si perfeziona con master tenuti da A. Pola, R. Kabaivanska, M. King e G.Angiari.

Vincitore di concorsi internazionali (Imola ’96, “W. Walton”, A.GI.MUS di Firenze ’97), si specializza nel repertorio buffo e del’700  debuttando i personaggi principali delle più famose opere di Mozart (Papageno, Leporello, Figaro, Don Alfonso, Guglielmo), Rossini (Figaro, Don Bartolo, Don Magnifico, Taddeo, Bruschino registrato per la Naxos, Don Parmenione registrato per RAISAT), Donizetti  (Dulcamara, Don Pasquale, Don Annibale, Enrico).

Più di 50 sono stati i ruoli affrontati in importanti Teatri italiani quali: Teatro Regio di Torino, Teatro la Fenice di Venezia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Comunale di Firenze, Arena di Verona, Teatro Verdi di Trieste.

All’Opera Comique di Parigi e alla Konzerthaus di Vienna ha cantato nelle farse rossiniane “Il signor Bruschino” e “La cambiale di matrimonio” e all’Opera Nazionale di Seoul è stato con grande successo Dulcamara ne “L’Elisir D’Amore”.

Molteplici sono state le sue apparizioni al Teatro Filarmonico di Verona dove ha cantato nelle seguenti opere: “Le donne curiose” di Wolf-Ferrari, “Tristan und Isolde” di Wagner, “Tosca”, “Macbeth”, “La sonnambula” e nella stagione 2009 ne “La Traviata”.

Nell’estate del 2004 ha preso parte alla produzione di “Rigoletto” all’Arena di Verona dove è ritornato per le stagioni 2007-8-9-11-12-13 cantando in “Tosca”, ne “Il barbiere di Siviglia” a fianco del baritono L. Nucci per la regia di H. De Ana e in “Romeo et Juliette”.

Particolarmente apprezzato per le sue doti attoriali ha lavorato con registi di fama internazionale quali J. Miller, L. Kemp, G. Deflò, F. Crivelli, M. Nichetti, M. Placido lavorando anche nella prosa in “Histoire du soldat”(Diavolo) al Teatro “Donizetti” di Bergamo ed è stato diretto da N. Santi, D. Renzetti, D. Oren, C. Scimone, B. Aprea.

A fine 2009 ha preso parte alle produzioni de “La Vedova allegra” a Padova e Bassano per la regia di H. De Ana diretto da A. Fisch, al Teatro Carlo Felice di Genova (regia di F: Tiezzi) e a Reggio Calabria. Nel 2010, tornato da una tourné in Giappone con il Teatro Donizetti di Bergamo dove ha cantato ne “La Traviata” a fianco del soprano M. Devia, è stato impegnato presso il Teatro Filarmonico di Verona in “Roméo et Jiuliette” di Gounod e in “La Vedova allegra”.

Nell’estate 2010 è stato Don Tritemio ne “Il filosofo di campagna”per la regia di S. Vizioli diretto da F.M. Bressan.

Nel 2011 dopo “La Vedova allegra” a Messina e “Il Barbiere di Siviglia” in Arena, ha avuto strepitoso successo come Papageno ne “Il flauto magico” che ha aperto la stagione al Teatro Carlo Felice di Genova trasmesso in diretta su RAI 5 e nello stesso Teatro è stato Don Annibale ne “Il campanello”, ha cantato accanto a Rolando Panerai in “Gianni Schicchi” e Schaunard ne “La Bohème”.

Successivamente tornato al Teatro Carlo Felice di Genova a fine 2012 come Leporello in “Don Giovanni” e ad inizio 2013 è stato Dancairo in ”Carmen” e Il Dottore in “Macbeth” al Teatro Verdi di Trieste.

Ha cantato nella stagione areniana del centenario in “La Traviata”, “Rigoletto” e “Romeo et Juliette”.

Svolge un’intensa attività concertistica spaziando dal repertorio lirico a programmi di musica sacra, interpretando anche composizioni contemporanee in prima esecuzione assoluta (“Incanto di Natale” di P. Furlani per il Teatro Sociale di Rovigo, “Patto di sangue” di M. D’Amico per il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze).

Ultimamente ha portato sulle scene  “Il Grande George” (Teatro Donizetti di Bergamo), spettacolo di sua invenzione adatto agli amanti della lirica ma anche ad un pubblico vario e soprattutto ai bambini dove, tra arie buffe, magia, giocoleria e trasformismo, sfoggia le sue molteplici capacità di cantante-attore.

 


Angelo-VecciaBIOGRAFIA
Angelo Veccia, figlio d'arte, si forma sin dalla più tenera età sotto la guida del padre, il tenore Luigi Veccia, vincitore nel 1964 del Concorso di Spoleto, studiando all'Accademia di Santa Cecilia[1]. Dopo la vittoria al concorso Battistini nel 1983 e nel 1984, debutta come basso prima negli Stati Uniti come dottor Grenvil ne La Traviata e poi nel ruolo di Colline in una produzione de La bohème che lo porta a cantare in numerose piazze del centro Italia.
Vincitore di una borsa di studio l'anno seguente continua la sua formazione a New York presso la prestigiosa Juilliard School nella classe di Daniel Ferro. Sempre come basso ha modo di debuttare vari ruoli, spesso in lingua inglese, tra cui Figaro nell'opera mozartiana, Basilio ne Il barbiere di Siviglia, Raimondo nella Lucia di Lammermoor e Don Profondo nella prima americana del Viaggio a Reims.
In seguito alla scoperta e allo sviluppo della zona acuta tipica del registro baritonale, nel 1988 debutta come Silvio nei Pagliacci e Belcore ne L'elisir d'amore, mentre nel 1990 interpreta per la prima volta Figaro nel Barbiere di Siviglia, ruolo che avrà modo di cantare più volte in Italia e all'estero. Nella definitiva corda di baritono ha iniziato una carriera che lo ha portato a cantare in numerosi teatri e sale di tutto il mondo (Teatro alla Scala, Arena di Verona, Concertgebouw ad Amsterdam), con rinomati direttori d'orchestra (Riccardo Chailly, Riccardo Muti, Daniele Gatti, Valerij Gergiev, Daniel Oren, Ádám Fischer) e colleghi (Placido Domingo, Mirella Freni, Samuel Ramey, Bonaldo Giaiotti, Luciana D'Intino, Nicolai Ghiaurov, Angela Gheorghiu, Rockwell Blake, Daniela Dessì, Carlo Bosi, Ferruccio Furlanetto, Cecilia Bartoli, Blagoj Nacoski, Roberto Alagna, Barbara Frittoli, Jonas Kaufmann, Alfredo Mariotti, Giusy Devinu).
Suo fratello è il direttore d'orchestra Simone Veccia, fondatore a Roma della Piccola Orchestra '900.

BIOGRAPHY
Born in Rome, Angelo Veccia studied in the Academy of St. Cecilia and, after winning the Battistini Competition in 1983 and in 1984, in the prestigious Juilliard School in New York. After his debut in Italy as Colline in La Bohème and after some roles as a bass in the United States, in 1988 he had his debut as a baritone in the role of Silvio in Pagliacci by Leoncavallo.
He began a career which brought him to sing in many theaters and halls all around the world (Teatro alla Scala, Arena di Verona, Concertgebouw etc.) under the baton of the most well-known conductors (Riccardo Muti, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Daniel Oren, Zubin Mehta etc.).
Among the roles in which he distinguished himself more there are Figaro in the Barber of Seville, Macbeth in the opera by Verdi, Germont in La Traviata, Marcello in La Bohème and Scarpia in Tosca. Recently he has sung as Scarpia in Genoa, Amonasro in Athens and he has been called by Riccardo Chailly as cover of Sharpless in Madama Butterfly in occasion of the Teatro alla Scala’s première for the 2016/2017 season.
Among his future endeavours he will sing as Scarpia in Teatro Verdi of Trieste, in Puccini’s opera festival of Torre del Lago and in the Teatro Regio of Parma and Rigoletto with Opera Lombardia in the end of 2017.


Contatti


SPOLETO
06049, Via Finlandia, 46 (Perugia) - Italy
VERONA
37139, Via Croce Bianca, 31 (Verona) - Italy


CONTATTI DIRETTI

(+39) 345 95 32 161
Giorgio Trucco

(+39) 335 27 67 67
(+39) 348 87 33 827
Franco Silvestri



SEGRETERIA

(+39) 045 81 04 688
Giulia Dal Colle


info@liricamanagement.com Informazioni generali
audizioni@liricamanagement.com Audizioni
trucco@liricamanagement.com Giorgio Trucco
silvestri@liricamanagement.com Franco Silvestri
© 2019 LiricaManagement. InScena Management in association with Lirica International. All Rights Reserved