Lorenzo Decaro

Stampa

Nato a Noicattaro (BA), inizia gli studi musicali (clarinetto e sassofono) presso la Scuola della Banda cittadina.
Presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari ottiene il diploma di sassofono sotto la guida del Maestro Claudio Ceschini e successivamente, presso lo stesso Conservatorio, il diploma di Canto, sotto la guida della Prof. Katia Angeloni.

Ha debuttato nei seguenti ruoli:
Turandot, G. Puccini - Calaf
I Vespri siciliani, G. Verdi - Arrigo
Cavalleria Rusticana, P. Mascagni - Turiddu
Pagliacci, R. Leoncavallo - Canio
Aida, G. Verdi - Radames
Norma, V. Bellini – Pollione
Madama Butterfly, G. Puccini – Pinkerton
Tosca, G. Puccini – Cavaradossi
La Bohème, G. Puccini – Rodolfo
La traviata, G. Verdi – Alfredo
Rigoletto, G. Verdi – Il Duca di Mantova
Un ballo in maschera, G. Verdi – Riccardo
I lombardi alla prima crociata, G. Verdi – Oronte e Arvino
Dido and Aeneas, Purcell – Aenea
Manon Lescaut, G. Puccini – Des Grieux
Medea, L. Cherubini – Giasone
Macbeth, G. Verdi – Macduff
Nabucco, G. Verdi – Ismaele

E’ stato finalista nel Concorso Internazionale di Canto “Città di Brescia 2006” (Presidente della Giuria il baritono Giorgio Zancanaro).
La sua carriera inizia con l’interpretazione del ruolo di Cavaradossi nell’allestimento dell’Opera Tosca, andata in scena nel corso della stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi, del Teatro Comunale di Treviso e del Teatro Comunale di Pordenone. In seguito prende parte, con grande successo personale, al Gala Lirico presso il Teatro Filarmonico di Verona.
Debutta con altrettanto successo di pubblico e critica, presso il Teatro Comunale di Modena e il Teatro Municipale di Piacenza, il ruolo di Des Grieux nella Manon Lescaut di G. Puccini. Sulla scia del successo ottenuto, il Teatro Carlo Felice di Genova lo scrittura per il ruolo di Cavaradossi in Tosca. È un grande successo di pubblico che, specialmente alla seconda recita, lo costringe a bissare la celebre aria del terzo atto.
Il Teatro di San Carlo lo invita, subito dopo, a cantare il medesimo ruolo di Cavaradossi nell’allestimento di Tosca presso il Teatro Grande di Pompei , evento speciale inserito in Campania Teatro Festival 2010.
Negli ultimi anni, diversi sono stati gli appuntamenti che hanno visto protagonista l'artista, specialmente il debutto al Teatro alla Scala di Milano: Tosca al Teatro Regio di Parma, nel ruolo di Cavaradossi, direttore Fabrizio Maria Carminati, regia di Joseph Franconi Lee. Messa da Requiem di G. Verdi, nel Duomo di Modena, per commemorare il grande Luciano Pavarotti, a dieci anni dalla scomparsa. Direttore: Stefano Ranzani. Macbeth al Teatro Comunale di Bologna, nel roulo di Macduff, direttore Roberto Abbado, con la regia di Robert Wilson. Aida, nel ruolo di Radames, al Teatro Massimo di Palermo, direttore Stefano Ranzani e regia di Elisabetta Marini. Nabucco, nel ruolo di Ismaele all'Arena di Verona, direttore Julian Kovatchev, regia. Gianfranco de Bosio. Tosca al Teatro alla Scala, nel ruolo di Cavaradossi, in sostituzione del famoso tenore Marcelo Alvarez il 22 Aprile 2012, Direttore N. Luisotti, regia L. Bondy. La Bohème, nel personaggio di Rodolfo presso l'Opera di Nizza, sotto la direzione del Maestro D. Inouye e la regia di M. Scarparro. Medea di Cherubini, nel ruolo di Giasone, presso i Teatri di Cremona, Como, Pavia e Brescia. Direttore A. Pirolli, regia C. Rifici. Manon Lescaut presso il Teatro Filarmonico di Verona, nel personaggio di Des Grieux, direttore R. Frizza e regia Graham Vick. Macbeth nei Teatri di Modena, Piacenza e Bolzano, nel ruolo di Macduff e sotto la direzione del Maestro A. Sisillo, regista G. Cobelli. Madama Butterfly, nel ruolo di Pinkerton, al teatro Petruzzelli di Bari, con il Maestro B. Brott e D. Abbado quale regista. La Traviata con l'orchestra della Provincia di Bari e nel ruolo di Alfredo Germont, direttore Giovanni Rinaldi e regista Carlo d'Ursi. Norma al Teatro G. Verdi di Sassari, nel ruolo di Pollione, con la regia di A. Cigni e la direzione musicale del Maestro S. Alapont. La Bohème, nel personaggio di Rodolfo presso il Teatro Comunale di Firenze, Maestro C. Montanaro e regia M. Pontiggia. Tosca, nel ruolo di Cavaradossi, al Teatro Regio di Torino, sotto la direzione del Maestro G. Noseda e la regia di Jean-Louis Grinda. La Bohème, a Bari, con l'orchestra della provincia di Bari, nel ruolo di Rodolfo. Direttore G. Rinaldi, regia di Carlo d'Ursi Cavalleria Rusticana di P. Mascagni, al Teatro comunale di Bologna, nel ruolo di Turiddu. Direttore A. Veronesi, regia di Liliana Cavani. Macbeth, nel roulo di Macduff, al Teatro Municipal di San Paolo in Brasile, direttore Abel Rocha, regia di Robert Wilson. Norma al Teatro dell’Opera di Rouen, nel ruolo di Pollione, Direttore Fabrizio maria Carminati, regia di Frédéric Roels.
Nell’ambito dell’attività concertistica, che lo ha parallelamente impegnato in questi ultimi anni, ha partecipato alle seguenti esecuzioni:
Messa di Gloria in Fa maggiore di P. Mascagni
Messa in La maggiore di C. Franck
Messa di Gloria di G. Puccini
Petite Messe solennelle di G. Rossini
Sinfonia n. 9 di L. v. Beethoven
La naturale evoluzione vocale lo porta ad affrontare un repertorio di tenore lirico e lirico spinto.