NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

La legge, denominata EU Cookie Law (legge europea sui cookies), è un'ammenda ad alcune precedenti direttive (precisamente del 2002) sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. In Italia è stata approvata con il decreto legislativo 69/2012 e 70/2012 ed è in vigore dal 2 giugno 2015.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il testo integrale della legge al seguente indirizzo: http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=CELEX:32002L0058 e il sito del Garante sulla Privacy all'indirizzo: http://www.garanteprivacy.it.

Nato a Luoyang (Cina), dal 2009 al 2014 ho studiato canto presso lo Shanghai Conservatory of Music con il maestro Ge Yi.
Su incoraggiamento del maestro Ge, si è trasferito in Italia per proseguire e approfondire gli studi presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano con Adelina Scarabelli. Nel febbraio 2018, ha conseguito la laurea con 110 e lode.

Ha debuttato la prima volta allo Shanghai Concert Hall nell’ottobre del 2012.
Nel settembre 2016 ha debuttato il ruolo di Rodolfo ne La Bohème al Teatro Verdi Montecatini Terme.
Come tenore solista, ho cantato nei Carmina Burana di Carl Orff presso la Sala Verdi e poi al Teatro Civico di La Spezia nel 2016.
Sempre presso il Teatro Verdi di Montecatini, l’8 settembre 2017 ho interpretato Mario Cavaradossi nella Tosca.
Il 30 luglio ho partecipato al concerto Serenade di Benjamin Britten in XXVI Amfiteatrof Music Festival 2017.

Ho inoltre intrepretato come tenore solista il Requiem in D minor di Mozart; la Petite Messe Solennelle di Gioacchino Rossini, la Messe Solennelle nel Santa Cecilia di Charles Gounod e The Seven Last Words of Christ di Alfred Dubois.
Ho inoltre preso parte a vari altri concerti in Cina, Italia, Giappone, Qatar.

Alcuni dei premi conseguiti:
Il 28 agosto 2017 Primo Premio “Uzzano e Giacomo Puccini” nel Concorso Lirico Internazionale “Voci In-Canto” terza edizione.
Il 25 settembre 2017 Secondo classificato nel Concorso Lirico Internazionale Prima edizione del Rotary Club Val Ticino di Novara.
Il 13 maggio 2018 Premio migliore esecuzione brano religioso nel Concorso Lirico Internazionale Santa Gianna Beretta Molla - Terza edizione.
Il 28 luglio 2018: Primo classificato – Tenori nel Primo Concorso Lirico Internazionale Città di Orte “Lirica sul Tevere”.

 


Oreste CosimoNasce a Crotone, si avvicina molto presto alla musica classica grazie allo studio del pianoforte. Ha studiato presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma sotto la guida della prof.ssa Lucia Rizzi conseguendo il diploma in Canto col massimo dei voti e la lode.
Si è perfezionato con artisti quali: Renato Bruson, Ramon Vargas, Gregory Kunde, Michele Pertusi, Luciana D’Intino, Vincenzo Scalera.

Nel 2008 debutta nel ruolo di Alfredo ne “La Traviata”. Negli anni seguenti interpreta in Italia e all’estero diversi ruoli quali: Il Duca di Mantova in “Rigoletto”, Edgardo nella “Lucia di Lammermoor”, Rodolfo ne “La Bohème”, Nemorino in “Elisir d’amore” con la regia del baritono Rolando Panerai, Nadir ne “Les pecheur de Perles”, Arlecchino ne “I Pagliacci”, Camille De Rossillon ne “La vedova Allegra” presso il Teatro Municipale di Piacenza, Don Ottavio nel “Don Giovanni”, Belmonte nel “Ratto dal Serraglio” di Mozart al teatro Comunale di Firenze (operaforkids), Florville ne “Il Signor Bruschino” ed Edoardo ne “La Cambiale di matrimonio” di Rossini.

Nel 2013 vince il concorso “Voci Verdiane” di Busseto.

Il 7 dicembre 2014 in occasione dell’apertura di stagione del “Teatro Alla Scala” ha interpretato il ruolo di “Erster Gefangener” diretto da Daniel Barenboim nell’opera Fidelio di Beethoven trasmessa in diretta mondiale.
Nello stesso anno sempre presso il “Teatro Alla Scala” di Milano ha interpretato il ruolo di “Elenus” nell’opera “Le Troyens” di Berlioz diretta da Antonio Pappano.

Nel 2016 è stato selezionato dal M° Riccardo Muti per l’Italian Opera Academy di Ravenna

Nel 2016 è vincitore del concorso internazionale dell’Accademia di Alto perfezionamento del Teatro alla Scala di Milano dove si è esibito in diversi e importanti concerti.

Nel 2017 sempre al Teatro alla Scala partecipa a tre produzioni consecutive: Gastone al fianco di Anna Netrebko, Leo Nucci e Francesco Meli diretto dal Maestro Nello Santi.

Interpreta il ruolo della Strega “Die Hexe” in Hänsel und Gretel e poi il ruolo di “Abdallo” nel Nabucco con Leo Nucci diretto da Nello Santi.

Per il repertorio lirico sinfonico ha cantato la Messa di Gloria di Puccini diretto dal M. Christoph Eschenbach, lo “Stabat Mater” e la “Petite Messe Solennelle” di Rossini, il “Requiem” di Verdi, il “Requiem” di Mozart.

A gennaio del 2018 ha vinto il concorso AsLiCo per il ruolo di Fenton in “Falstaff” che andrà in scena da novembre a dicembre 2018, presso il teatro Sociale di Como, il Donizetti di Bergamo, il Teatro Grande di Brescia, il Fraschini di Pavia e il Ponchielli di Cremona.
Ha inciso per il mensile Amadeus lo “Stabat Mater” di Rossini con Sonia Ganassi, Carlo Colombara e Maria Pia Piscitelli.


Ugo TraquiniInizia l’attività corale e lo studio del pianoforte all’età di 8 anni. Intraprende lo studio accademico del canto presso il conservatorio Licinio Refice di Frosinone diplomandosi brillantemente con il M° Silvia Ranalli. Compie successivamente gli studi di perfezionamento sotto la guida di prestigiosi interpreti quali Nicola Martinucci, Alfredo Zanazzo e Lucetta Bizzi.
Ai titoli di studio artistici affianca una laurea in ingegneria delle telecomunicazioni.

Ha all’attivo collaborazioni con importanti Enti e Fondazioni liriche (tra le quali il Festival Pucciniano, As.Li.Co, Teatro Regio di Parma, Teatro Regio di Torino, Muscat Opera House, Arena di Verona, Bolshoj di Mosca, Seoul Arts Center) prendendo parte a produzioni sotto la direzione di direttori quali Daniel Oren, Sir Jan Latham-Koenig, Stefano Montanari, Matteo Beltrami, Carlo Goldstein, Andrea Battistoni, Valerio Galli, Bruno Nicoli e prestigiosi registi (Franco Zeffirelli, Mario Martone, Ettore Scola, Ivan Stefanutti).

Distintosi come allievo dell’Accademia di alto perfezionamento del 61° Festival Pucciniano di Torre del Lago, viene scritturato nella stessa stagione del Festival come Rinuccio nel Gianni Schicchi al fianco di artisti quali Amarilli Nizza e Alberto Mastromarino, diretto dal M° Bruno Nicoli.
A seguito del concorso internazionale As.Li.Co. 2013 viene selezionato per prendere parte alla produzione de “L’Olandese volante” di R.Wagner nel ruolo di Erik e quindi scritturato per la stagione operistica presso il Teatro Sociale di Como e per il progetto “Opera Domani”, per il quale progetto sarà impegnato presso alcuni dei più importanti teatri italiani (per citarne alcuni, il Teatro Regio di Torino e il Teatro Comunale di Bologna). Visto il consenso ottenuto nel ruolo, sarà scritturato dall’Opernhaus di Magdeburg, in Germania, per la stessa versione del titolo in lingua originale “DerFliegendeHollander”.

Nel 2013 viene selezionato per prendere parte del cast artistico della “Fondazione Luciano Pavarotti” per volontà di Nicoletta Mantovani. Per conto della suddetta Fondazione, tra i tanti eventi, calca le scene dell’Arena di Verona nella serata di apertura della stagione 2013 Areniana, del Teatro Bolshoj di Mosca, come unico tenore italiano, in due prestigiosi concerti celebrativi di Pavarotti e presso il Teatro Ruben Dario a Managua, Nicaragua, per un concerto sempre a omaggio del grande Maestro in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.

Ha interpretato ruoli principali quali Rodolfo ne La Bohéme di Puccini a Viareggio per il 155° anniversario dalla nascita del compositore (produzione del Festival Pucciniano di Torre del Lago, stagione 2014, direzione Valerio Galli; nello stesso ruolo è cover di Fabio Armiliato nel 60° Festival Pucciniano di Torre del Lago e di Vittorio Grigolo al Pompei Opera Festival) e presso il Teatro Ariston di Sanremo; nel 2015 ricopre il ruolo di Tamino in Die Zauberflöte di Mozart presso Muscat Opera House in Oman, Don Basilio-Curzio ne Le Nozze di Figaro presso il Teatro Regio di Parma e i teatri del Circuito Lombardo per la ripresa dell’acclamato allestimento del Teatro San Carlo di Napoli con la regia di Mario Martone, Goffredo nel Rinaldo (Händel) presso il Seoul Art’s Center Theatre; ha inoltre interpretato i ruoli di B.F.Pinkerton nella Madama Butterfly (Puccini), Don Carlo nell’omonimo capolavoro verdiano. Nel 2016 è Calaf nella Turandot di Busoni per la stagione del 62° Festival Pucciniano di Torre del Lago per la esclusiva riproposizione.

Nel 2017 indossa le vesti del tenore protagonista nella produzione “Ettore Majorana, cronache di infinite scomparse” (opera contemporanea di Roberto Verano, produzione As.Li.Co, ed. Ricordi) presso il circuito dei teatri della Lombardia e il Teatro Sociale di Trento.

Nel 2018 è Roberto ne “Le Villi” di Puccini presso il Teatro Nacional Rubén Darío a Managua, Nicaragua, per la stagione operistica in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.
È stato impegnato nella Carmen di Bizet (As.Li.Co, OD Production) nel ruolo di Don José che andrà in scena presso prestigiosi enti lirici quali il Teatro Regio di Parma e il Teatro Grande di Brescia.


Alessandro GoldoniNato a Bologna, ha iniziato i suoi studi sotto la guida del M ° Roberto Scaltriti, si avvale della prestigiosa collaborazione del M ° Leone Magiera e del M° Simone Savina per la parte musicale.

Nel 2016 ha frequentato il corso di Alto perfezionamento per cantanti lirici di Torre del Lago Puccini.

Nel 2014 ha frequentato, presso il Conservatorio Cherubini di Firenze, il corso di arte scenica presieduta dal M° Francesco Torrigiani.
In Settembre 2017 ha vinto il primo premio ad un Concorso Internazionale ad Astana, Kazakistan.
Vincitore in una selezione internazionale per Solisti Lirici presieduto, a Empoli, dal baritono Carlo Meliciani nel 2014.
Nel 2013 è stato finalista al Concorso Internazionale di Canto "Rinaldo Pellizzoni" (Pr).
In Aprile 2018 ha debuttato Cavalleria Rusticana, nel ruolo di Turiddu c/o il teatro di Casalgrande (RE) ed in Maggio Debutterà Tabarro.

Nella prestigiosa cornice della fondazione Torre del Lago Puccini è stato Mario Cavaradossi in Tosca, cantando con il celebre soprano Dimitra Theodossiou e il baritono Carlo Guelfi, diretta dal Maestro Veronesi e nella seconda recita dal Maestro Lorenzo Castriota Skanderberg.

A Nara, Giappone, ha interpretato il ruolo di Pong ed è stato la copertura di Calaf per il Teatro Comunale di Bologna in Turandot, a fianco del soprano Norma Fantini, con Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta dal M° Hirofumi Yoshida.

Il 31 dicembre 2017 è stato protagonista come unico cantante al grande concerto di Capodanno presso il teatro Accademia di Conegliano Veneto, diretto dal M° Scarpis, con l'orchestra della Radio
Nazionale di Kiev.

Il 28 e 29 Ottobre 2017 ha ricoperto nuovamente il ruolo di Cavaradossi presso il teatro nuovo di S. Donà di Piave.

Il 12 Ottobre 2017 ha partecipato ad un concerto, presso il il Teatro Comunale di Modena “Luciano Pavarotti, nell'ambito dei quattro eventi organizzati dal Comune di Modena in memoria del M°Pavarotti, nello stesso mese ha partecipato ad un concerto sotto la direzione del M° Veronesi presso il Teatro Manzoni di Bologna.

A luglio ed Agosto 2017 è stato nuovamente Cavardossi ad Empoli, Grosseto e Pescara, con l'orchestra di Grosseto diretta dal M° Lorenzo Castriota Skanderberg.

In Luglio 2017 è stato F.B.Pinkerton presso il teatro Comunale di Ferrara con orchestra della città di Ferrara.
In Giugno 2017 in rappresentanza della Fondazione Torre del Lago Puccini è stato protagonista di
due concerti ad Astana, in Kazakistan.
In Aprile 2017 ha cantato, in Modena, ad un concerto celebrativo per la carriera del celebre soprano
Mariella Devia.
In marzo 2017 ha debuttato Manrico ne Il Trovatore di Verdi presso il teatro Bristol di Bologna.
In Febbraio 2017 è stato F.B. Pinkerton presso il Teatro Comunale di Copparo, con orchestra del Teatro Comunale di Ferrara.
A Gennaio 2017 ha partecipato al Concerto di Capodanno a Firenze con l'orchestra di Firenze.

Nel novembre 2016 nel ruolo di Alfredo ne La Traviata nel prestigioso Teatro "Duse" di Bologna con Orchestra del Teatro Comunale di Ferrara ed è stato Don José al Teatro Comunale di Fidenza, con il Mezzosoprano Cristina Melis.
Nel mese di ottobre 2016, ancora accompagnati dal Maestro Leone Magiera, ha cantato per una serata di gala al Teatro Lirico "U. Giordano" di Foggia, è stato a Ginevra per un concerto per la fondazione Puccini di Torre del Lago.
Nel luglio 2016 è stato di nuovo Alfredo ne La Traviata, a Ferrara, accompagnata dall'Orchestra del Teatro Comunale di Ferrara, in Maggio 2016 è stato ancora una volta Don Josè in Carmen presso il teatro di Firenze.
Nell'aprile 2016 ha vestito ancora i panni di Cavaradossi in Tosca, presso il Teatro Comunale Zandonai di Rovereto diretti dal M° Lorenzo Tazzieri.
Nel marzo 2016 insieme al M ° Leo Nucci ha partecipato a un concerto di beneficenza a Modena.
Nel mese di febbraio 2016, accompagnato dal Maestro Leone Magiera, si è esibito in un Concerto a Ostra (An) a fianco del soprano Scilla Cristiano e la premiata "A.Catalani" Carmela Remigio, soprano.

Nel 2015, partecipa come "solista" presso il Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena, con il regista Paolo Montanari "Intorno a Don Giovanni in musica".
Nel 2015 è stato F.B.Pinkerton in Madama Butterfly (a Parma nel prestigioso contesto della Reggia di Colorno, accompagnato dall'orchestra del Teatro Comunale di Ferrara).
Nel 2015 è stato Don Josè in Carmen (Teatro comunale di Rubiera, replicato al Teatro Comunale de Marsi Avezzano e al Teatro Comunale Caniglia di Sulmona).
Sempre nel 2015 ad Adria Rovigo, interpreta il ruolo di Raimondo ne "I due timidi" di Nino Rota.
In Dicembre 2015 è stato nuovamente Alfredo presso il teatro Comunale di Mestre.

Nel 2014 ha partecipato all'evento musicale "Pathos" di Placido Domingo con Andrea Boccelli al "Teatro del Silenzio" di Lajatico (Pi), ha interpretato il ruolo di Cavaradossi in Tosca al Teatro Bristol di Bologna.

Nel 2013 ha debuttato Alfredo Germont ne La Traviata presso il teatro settecentesco di Villa Mazzacorati Bologna.

Ha precedentemente vestito i panni di diversi personaggi minori, tra cui Ruiz ne Il Trovatore, di Borsa nel Rigoletto, di Lord Arturo B. in Lucia di Lammermoor in vari teatri minori.
Nel 2012 ha collaborato con il Teatro Comunale di Modena L.Pavarotti come "artista del coro" nel Don Carlo di Verdi.
Ha cantato in vari teatri in Italia e all'estero, tra cui il Teatro Comunale di Bologna, Teatro Comunale di Modena, Teatro Verdi di Busseto, Teatro Laval (Canada), Nara Hall teatro Nara (Giappone).
Inoltre ha un'intensa attività concertistica, collaborando artisticamente per diverse istituzioni, comuni e circoli lirici, come "Circolo Lirico Bolognese" P.O Oratorio San Rocco-Bo, Circolo "M.Del Monaco" Mo, Circolo "G. Verdi" di Carpi-Mo, "Corale Verdi" -Pr, e per la centenaria "Corale Rossini" di Modena, dove, alla presenza del soprano Raina Kabaivanska e M.o Leone Magiera, si è esibito al concerto in memoria di Luciano Pavarotti, che avrebbe compiuto 80 anni.


Martin Shalita“The tenor Martin Shalita, who mastered the high tessitura wonderfully in the Bartók, sang [...] with great tonal beauty” Waltraud Brunst - Mannheimer Morgen

Nato a Miami, Florida, Martin Shalita consegue la Laurea ed il Master in Vocal Performance presso l’Università di South Florida ed un Dottorato in Musical Arts presso l’Università di Miami.

Inizia la sua carriera professionale esibendosi presso la Deutsche Opera am Rhein, sia nel Teatro di Düsseldorf che in quello di Duisburg, qui interpreta ruoli principali in varie produzioni tra cui Don Ramiro ne La cenerentola di Rossini e Eurito nello spettacolo revival di Wilderer’s Giocasta, Lady Macbeth von Mzensk, Don Carlos, Moses und Aron, Fidelio e Il tabarro.

Successivamente viene scritturato dal Theater Koblenz dove si conquista il successo del pubblico e della critica con le sue performance di Don Ottavio nel Don Giovanni di Mozart e Tamino nel Die Zauberflöte, il ruolo principale in Orpheus in der Unterwelt di Offenbach, Andres in Wozzeck di Berg, Araquil ne La Navarraise di Massenet, Steuermann in Der fliegende Holländer di R. Wagner, Paolino ne Il matrimonio segreto di Cimarosa, Ivan in Nos di Shostakoviche Admeto in Alceste di Gluck: “...  possiede una voce tenorile molto alta che usa con bellezza tonale e dizione italiana molto precisa per il ruolo di Admeto. Allo stesso tempo, la sua voce risuona in modo molto naturale e non risulta mai forzata, neppure nelle zone più alte della tessitura [...]” Thomas Molke - Online Musik Magazin.

Ha anche interpretato ruoli principali in musical come Tony in West Side Story di Bernstein e Magaldi in Evita di Webber, dove ha dimostrato una grande presenza scenica.
Nel 2015 debutta nel ruolo di Des Grieux in Manon di Massenet presso il Theater Nordhausen e Dr. Siedler in Im Weissen Rössl di Bantzky con il Schlossfestspiele Zwingenberg, Ismaele nel Nabucco di Verdi con la Compagnia Opera Classica a Buc, Francia. "Martin Shalita interpreta il Cavaliere Des Grieux in modo unico e magistrale. Il suo registro alto è meravigliosamente sicuro e sprizza pura armonia[...]" Friedeon Rosén - Der Online Merker .

Martin Shalita è anche un affermato artista di concerti, essendosi esibito come solista nella Carmina Burana di Orff e nella Cantata Profana di Bartok con l’Internationale Bach Akademie in Stuttgart, nella Serenade for Tenor and Horn di Britten con la Rheinische Philharmonie, Messiah di Handel con la Sarasota Choral Society, Mass in G di Schubert, Petite Messe solenelle di Rossini con il Convivium Musicum Mainz, una serata di Rodgers e Hammerstein con la Jacksonville Symphony Orchestra, e la 9th Symphony di Beethoven a Bonn.
 Ha interpretato inoltre i seguenti recital: Die Schöne Müllerin di Schubert a Salisburgo e al Theater Koblenz, i Liederkreis Op.39 di Schumann e Don Quichotte di Ravel.

Nel 2017 ha cantato il ruolo di Calaf nella Turandot presso lo Staatstheater Cottbus sotto la direzione del M° Christ e per la regia di Schüler.

Ha cantato sotto la direzione di grandi Maestri del calibro di John Fiore, Robert Shaw, Marco Boemi, Enrico Delamboye, Wen-Pin Chien, Celso Antunes and Karsten Huschke, e ha lavorato con registi tra cui Gianfranco de Bosio, Philipp Kochheim, Pet Halmann, Markus Dietze, Matthias Schönfeldt e Christoph Nel.

Ha vinto per due volte il primo premio del concorso Leopold’s Kron a Salisburgo.


Contatti


SPOLETO
06049, Via Finlandia, 46 (Perugia) - Italy
VERONA
37139, Via Croce Bianca, 31 (Verona) - Italy


CONTATTI DIRETTI

(+39) 345 95 32 161
Giorgio Trucco

(+39) 335 27 67 67
(+39) 348 87 33 827
Franco Silvestri



SEGRETERIA

(+39) 045 81 04 688
Giulia Dal Colle


info@liricamanagement.com Informazioni generali
audizioni@liricamanagement.com Audizioni
trucco@liricamanagement.com Giorgio Trucco
silvestri@liricamanagement.com Franco Silvestri
© 2019 LiricaManagement. InScena Management in association with Lirica International. All Rights Reserved